Sabina, l’Olio che profuma di Storia

L'olio extra-vergine Sabina, il primo ad aver ottenuto la certificazione Dop nel luglio del 1996, si ottiene dalle varieta' di olive Carboncella, Leccino, Raja, Frantoio, Olivastrone, Moraiolo, Olivago, Salviana e Rosciola.
La zona di produzione dell'olio Dop corrisponde in modo approssimativo all'antica area della popolazione dei Sabini, con estensione nelle province di Roma e di Rieti.
Il Sabina Dop appare con un colore giallo oro che, negli oli più freschi, conserva sfumature verdognole. L'aroma è fruttato, così come il sapore, che al palato si presenta vellutato, uniforme, aromatico e leggermente piccante.

Incastonato tra le affascinanti colline reatine, Mompeo, che fa parte del club dei "Borghi più belli d'Italia", sorge nel luogo in cui un generale romano, Gneo Pompeo, edificò la sua villa residenziale e diede probabilmente il nome a questa terra. Tuttavia non solo la tradizione rievoca gli antichi fasti della civiltà romana: in questa ridente zona della Vallata del Farfa sono ancora evidenti numerose testimonianze di siti archeologici di notevole interesse, tra cui spiccano monumenti funerari, resti di ville ed il caratteristico ponte sul Farfa.
Rieti,tradizionalmente ritenuta il centro geografico d'Italia, ha un centro storico molto caratteristico: è posto su una leggera altura ai margini della conca reatina, protetto su un lato da una cinta muraria di origine medievale ancora per la maggior parte intatta e ben conservata.